21/2004 OCM MEDITERRANEE: APPROVATA LA RIFORMA - n.2/2004

Comunicato n. 

Continua la costruzione della nuova politica agricola comunitaria con la definizione delle ocm olio di oliva, tabacco, cotone e luppolo. I ministri agricoli dell'Ue dopo una lunga maratona notturna hanno trovato l'accordo sulle ocm mediterranee. Contro le disposizioni appena varate hanno votato Spagna, Svezia e Danimarca. La riforma entrerà in vigore nel 2006 e avrà validità fino al 2013. Nel 2005 saranno mantenuti i regimi di aiuti attualmente in vigore. Alla fine del 2009 la Commissione sottoporrà al Consiglio Ue una relazione sul sistema, eventualmente accompagnandola con delle nuove proposte. Il compromesso prevede: TABACCO - I produttori italiani continueranno a beneficiare di circa 330 milioni di euro di aiuti Ue l'anno. Dal 2006 al 2009, il produttore riceverà il 60% del sostegno europeo legato alla produzione reale, mentre il restante 40% verrà versato sottoforma di aiuto unico all'azienda agricola. A partire dal 2010, invece, il produttore prenderà il 50% dell'aiuto Ue disaccoppiato, ossia slegato dalla produzione, e il restante 50% verrà trasferito in un fondo di riconversione che sarà gestito dallo Stato membro. I produttori di tabacco salentini potranno disaccoppiare integralmente la loro produzione ricevendo un aiuto unico Ue per azienda. La concessione degli aiuti dovrà in ogni caso garantire un equo trattamento tra i produttori. Per i contributi legati alla produzione sono previste maggiori opportunità per i produttori situati nelle regioni in ritardo economico (quelle dell'obiettivo 1, il Mezzogiorno in Italia) o che producono tabacchi di qualità. OLIO DI OLIVA ' il settore continuerà a beneficiare di un contributo europeo di 720 milioni di euro, il 10% dei potranno essere destinati ad azioni legate alla qualità. Il calcolo dell'aiuto comunitario avrà come riferimento le quattro annate precedenti (1999-2002) mentre il tetto degli aiuti nazionali si baserà su tre anni precedenti (2000-2002). Dal primo agosto 2006 l'olivicoltore riceverà un aiuto Ue slegato dalla produzione (ossia disaccoppiato) per una percentuale minima del 60% dell'importo, mentre il restante 40% verrà calcolato sulla base della produzione reale. Tuttavia l'accordo prevede che la percentuale dell'aiuto disaccoppiato potrà essere portata al 100% in base alla decisione di ogni Stato membro. I piccoli olivicoltori con una superficie inferiore a 0,5 ettari, riceveranno un aiuto unico per azienda dall'Europa. Gli olivicoltori che decidessero di non produrre saranno comunque tenuti ad applicare delle buone pratiche di coltivazione per il mantenimento degli oliveti nel rispetto dell'ambiente. COTONE - il 65% dei sussidi attuali vengono raddoppiati e il 35% coperti da pagamenti in baseall'area di produzione. LUPPOLO ' Gli Stati membri potranno garantire fino al 25% degli aiuti ai produttori e alle organizzazioni di produttori riconosciute

Effettua l'accesso all'area soci per visualizzare il contenuto riservato