Nasce ad Asti il Coordinamento provinciale degli agricoltori

Comunicato n. 

(Asti, 14 febbraio 2020) Nasce ad Asti grazie all’iniziativa dell’Amministrazione Provinciale presieduta da Paolo Lanfranco ed alla collaborazione fra Atima (Associazione trebbiatori e imprenditori macchine agricole), Coldiretti, Confagricoltura, Cia, il Coordinamento provinciale degli agricoltori.

Per il presidente di Atima Asti, Paolo Pregno, si tratta di “un progetto costruttivo a tutela del territorio, dell’ambiente e dell’agricoltura provinciale, nell’ottica di una collaborazione unitaria finalizzata a implementare il valore aggiunto e la sostenibilità economica, ambientale e sociale di una delle voci più rappresentative dell’economia astigiana”.

Con 6.059 imprese attive in agricoltura nel quarto trimestre 2019, il settore primario incide per il 26% sul totale delle imprese astigiane, rileva Atima su dati della Camera di Commercio provinciale.

“Il Coordinamento provinciale degli agricoltori verrà attuato mediante riunioni di una commissione paritetica permanente, composto da un rappresentante di ciascun sindacato agricolo sottoscrittore – recita il protocollo d’intesa sottoscritto dalle parti nei giorni scorsi -. A presiedere il coordinamento provinciale degli agricoltori sarà il rappresentante della Provincia”.

In un’ottica di dialogo e tecnico, amministrativo istituzionale, la Regione Piemonte sarà opportunamente informata e coinvolta nell’attività che concretamente declinerà gli obiettivi del protocollo d’intesa che istituisce il Coordinamento provinciale degli agricoltori.

“La creazione di questa commissione in Provincia di Asti, resa possibile anche grazie all’impegno del consigliere provinciale delegato all’agricoltura Davide Massaglia, deve essere d’esempio di collaborazione trasversale fra i diversi attori del mondo agricolo: un passo avanti per costruire insieme una nuova visione del settore, più rispondente alle esigenze di competitività e internazionalizzazione delle imprese in un’ottica di “sistema territorio” con sempre maggiore attenzione anche alle tematiche ambientali e sociali”. Così afferma il direttore di Atima Asti, Gianluca Ravizza, componente della giunta nazionale di Cai (Confederazione Agromeccanici e Agricoltori Italiani). 

 

 

 Servizio Stampa CAI

 

Roberto Guidotti                                                                               Matteo Bernardelli

Cell. 3384098060                                                                              Mob.: +39 338 5071198      

guidotti@caiagromec.it